fifa 22

L’assegnazione dei diritti esclusivi della Serie A ad un videogioco piuttosto che ad un altro, data l’esplosione del settore, con il tempo è divenuta una faccenda terribilmente seria.

La prima lega a capire sin da subito il potenziale del settore videoludico, neanche a dirlo, è stata la Premier League, che ha ceduto l’esclusiva di tutto il pacchetto: giocatori, stadi, divise e volti, oltre che grafica televisiva sono andati alla EA Sports che con la saga di FIFA sbanca annualmente il mercato.

Bundesliga e Liga hanno seguito a ruota un paio d’anni dopo mentre la Ligue One ha ceduto l’esclusività soltanto un anno fa sempre alla multinazionale canadese, che ha monopolizzato così il mercato.

E la Serie A? Se in passato c’è stato qualche avvicinamento e sporadiche partnership con alcuni top team, la Lega ha sempre sottovalutato gli ingenti introiti che la cessione dell’esclusiva può portare a tutto il movimento.

La Juventus potrebbe tornare ad avere le licenze ufficiali da FIFA 22

Konami, incuneatasi nella falla dell’unico dei campionati considerati maggiori ancora scoperto, ha provato a prendere l’esclusiva ma ha mirato ad accaparrarsi soltanto i club maggiori; sono recenti infatti gli accordi di esclusività con Juventus, Roma, Lazio e Napoli, mentre FIFA ha controbattuto con Inter e Milan.

La Lega di Serie A ha capito che lasciare la fetta ai club senza vendere il pacchetto completo era esercizio di masochismo e, nell’ultima riunione, ha dibattuto della cessione dei diritti in esclusiva di tutto il pacchetto, in modo da garantire introiti a tutto il movimento.

La EA Sports sembra cosa fatta, senza sbilanciarci potremmo dire che FIFA è nettamente in vantaggio su Konami che con PES sembra aver scelto la via dell’acquisizione dei diritti dei singoli club: pertanto, dopo un’assenza di due anni FIFA potrebbe tornare a vedere la Juventus, sostituita dal Piemonte Calcio e la Roma che nell’ultimo anno è stata rimpiazzata da una generica Roma FC in maglia biancorossa.

I videogiocatori dovranno aspettare ancora qualche settimana prima dell’annuncio ufficiale che dovrebbe arrivare con il lancio del nuovo capitolo di video-calcistico FIFA 22, il primo concepito per le console di ultima generazione.

Un indotto da troppo tempo sottovalutato e ignorato dalla Serie A sta per essere colmato con il solito, spesso colpevole, ritardo.