Pisani: “Diego Maradona è stato lasciato morire, qualcuno ha pensato che Maradona valesse più da morto che da vivo. L’avvocato Morla si è intestato tutti i diritti di immagine ed ha pensato di poter gestire tutti i suoi diritti dopo la sua morte”

A Radio Punto Nuovo nel corso di Punto Nuovo Sport Show è intervenuto Angelo Pisani, storico legale di Diego Armando Maradona: “Alla luce di quanto stabilito nella perizia di medici e giudici delle grandi responsabilità per la morte di Maradona, i colpevoli meritano una condanna mondiale e dovranno risarcire gli eredi perché si tratta di una morte dovuta ad una negligenza medica. Coloro i quali erano pagati per assistere Diego Armando Maradona e l’hanno lasciato morire, oltre che essere condannati dalla storia devono rispondere ai familiari e ai tifosi. Devono rispondere tutti coloro i quali hanno subito un danno dalla morte di Diego Armando Maradona. Sono convinto che la verità verrà a galla col tempo: dobbiamo affidarci alle indagini dei giudici argentini, ma per ora la perizia conferma la grave negligenza di chi doveva assistere un uomo ed un paziente, senza averlo fatto. Diego Maradona è stato lasciato morire: poi, col tempo, scopriremo se c’è stata una premeditazione. Forse, qualcuno ha pensato che Maradona valesse più da morto che da vivo: tutto questo sarà accertato dalle intercettazioni. L’avvocato Morla si è intestato tutti i diritti di immagine ed ha pensato di poter gestire tutti i suoi diritti dopo la sua morte, tutto questo in Italia non sarebbe mai stato possibile. Sarebbe intervenuta immediatamente la magistratura. Spero che gli eredi veri non facciano passare nulla e denuncino ogni speculazione nei confronti del padre. So quanto Maradona tenesse a Diego Jr: per questo serve una condanna mondiale, che Maradona possa essere da esempio”.

Sinagra: “Maradona poteva esser ancora oggi con noi: Diego jr. ancora guarda il cellulare sperando in un suo messaggio. I soldi hanno prevalso sull’amore: qualcuno è responsabile se Diego non è più con noi”

A Radio Punto Nuovo nel corso di Punto Nuovo Sport Show è intervenuto Cristiana Sinagra, madre di Diego Maradona jr: “Sapevamo già dall’inizio che c’erano delle responsabilità sulla morte di Diego, questa è una cosa che non fa dormire la notte ne me ne mio figlio. Oggi poteva essere ancora con noi. I figli non lasceranno nulla di intentato, il padre ripeteva in continuazione che tutto quello che faceva lo faceva per i suoi figli, solo ed esclusivamente per loro. La cosa più importante, però, è il dolore: il dolore di sapere che tuo padre poteva essere ancora con te. Mio figlio dopo la morte del padre ha dovuto fare un percorso con uno psicologo: venire a conoscenza di una cosa del genere è stato difficilissimo. Alle volte ancora prende il cellulare tra le mani sperando in un messaggio del padre perché Diego era un padre molto presente. La rabbia che il denaro vinca sempre sull’amore: ho un po’ di amore in più, anche di un medico, avrebbe potuto fare la differenza. Per colpa di qualcuno, Diego non c’è più. I figli mostreranno anche in futuro l’amore per il padre: speriamo di poter organizzare i giochi maradoniani dopo aver ottenuto giustizia”.