• Tempo di lettura:3Minuti

Marcello Lippi compie oggi 73 anni. Occhiali da vista e sigaro: un simbolo, un’immagine che resterà per sempre nei cuori di tutti i tifosi non solo juventini ma italiani in generale.

Dopo una carriera da calciatore poco fortunata rispetto a quella che sarebbe potuta essere, il viareggino inizia la sua storia sulla panchina a Cesena mettendosi però in mostra grazie ad Atalanta e Napoli.

Gran parte dei suoi anni però Lippi allenerà la vecchia signora vincendo qualsiasi tipo di trofeo tra cui la Champions League nel 1996.
Di mezzo la breve e poco fortunata parentesi all’Inter prima di tornare alla Juve.

Dopo la fine dell’esperienza bianconera inizia per lui un altro meraviglioso capitolo, quello della nazionale italiana con cui otterrà l’indimenticabile successo in coppa del mondo nel 2006.

Sono veramente tanti i campioni passati sotto la guida di Lippi ma oggi proviamo a mettere in campo la Top XI dei talenti allenati dal tecnico toscano.

Diciamo subito che consideriamo il valore assoluto dei giocatori, senza però includere Roberto Baggio che è senz’altro stato tra i più grandi italiani di sempre, se non il più grande, ma con cui Lippi ha avuto spesso rapporti a dir poco burrascosi.

Come modulo abbiamo scelto il 4-3-1-2 che sembra il più adatto a rispecchiare le caratteristiche dei giocatori.

PORTA

In porta non potevamo che metterci GIGI BUFFON, uno dei più grandi portieri della storia del calcio e simbolo dello sport italiano.

DIFESA

La difesa a 4 si presenta così:
– GIANLUCA ZAMBROTTA
Allenato da Lippi sia nella Juve che in nazionale, viene ricollegato spesso ed inevitabilmente al gol segnato ai mondiali contro l’Ucraina.
– LILIAN THURAM
Uno dei migliori difensori mai visti e capace di vincere tutto in carriera.
– FABIO CANNAVARO
Capitano della Juve e dell’Italia di Lippi, trascinatore ai mondiali con tanto di pallone d’oro. Bisogna aggiungere altro?
FABIO GROSSO
Forse il nome meno spettacolare a livello tecnico della formazione ma sicuramente il simbolo del trionfo azzurro per tutti gli italiani.

CENTROCAMPO

I tre di centrocampo presentano caratteristiche ben differenti:
PAVEL NEDVED
La Furia Ceca si è sempre contraddistinta per carisma e tecnica.
Sotto la guida di Lippi è riuscito a vincere un pallone d’oro nel 2003.
ANDREA PIRLO
Il maestro non ha bisogno di presentazioni, il metronomo della nazionale azzurra dell’allenatore toscano.
GENNARO GATTUSO
Abbiamo scelto “Ringhio” piuttosto che magari un Deschamps per inserire un giocatore grintoso che dà tutto in campo sottolineando quanto sia stato importante il suo lavoro nell’Italia trionfante in Germania.

TREQUARTI

Il trequartista non può che essere ZINEDINE ZIDANE.
Il francese è il classico giocatore che fa innamorare un bambino del pallone.
Alla Juve arriva nel 96 non riuscendo a trionfare in Champions ma diventando un punto fermo dei bianconeri.

ATTACCO

La coppia d’attacco rappresenta pura classe.
– FRANCESCO TOTTI
Il suo amore per la Roma gli ha impedito di essere allenato da Lippi in un club.
Il destino del Pupone e del tecnico si sono però inevitabilmente incrociati in nazionale.
– ALEX DEL PIERO
Pinturicchio è stato l’idolo di innumerevoli tifosi juventini e con Lippi ha condiviso un percorso lungo e glorioso sia in bianconero che in nazionale trionfando veramente in tutto.

Ecco la nostra Top XI completa dei calciatori allenato da Marcello Lippi.

Ci sarebbero poi decine di calciatori che tanto bene hanno fatto con Lippi alla guida. Basti pensare ai tanti calciatori della Juve vittoriosa in Champions League. Deschamps e Paulo Sousa sono alcuni di questi esempi, per non parlare di Vialli e Ravanelli. Per quanto riguarda la nazionale italiana, non possiamo invece non menzionare Materazzi o Camoranesi.

Alessio Maria Giannitti