• Tempo di lettura:2Minuti

Il bilancio complessivo del Derby della Mole ha visto un certo equilibrio per tanti anni. Adesso, su 201 gare ufficiali, 89 sono state vinte dalla Juve, 56 sono state le vittorie del Toro e altrettanti i pareggi.

Da quando Cairo ha assunto il timone della società granata, il computo è di 19 vittorie per la Vecchia Signora, 3 pareggi e 1 vittoria del Toro in 19 partite. Un dato che ha rotto ulteriormente quel sostanziale equilibrio a cui si è assistito nello scorso secolo.

Inoltre, l’unica vittoria dell’era Cairo, sei anni fa, è arrivata con la Juve già sicura dello scudetto. Dati eloquenti dell’allargamento della forbice da quanto il Toro ha cambiato proprietà. Ad onor del vero, il declino granata è iniziato già dagli anni ’90. L’ultima vittoria prima di quella del 26 aprile 2015 risale addirittura al 1995. I granata vinsero 2-1, con doppietta di Ruggero Rizzitelli.

Che la juve abbia vinto parecchio da quando Cairo è presidente è un dato di fatto. Tuttavia lo score registrato esemplifica questa impotenza nei confronti dei rivali. Vero che molte partite sono state vinte dai bianconeri di misura e con un episodio, ma in oltre 15 anni di presidenza le squadre veramente competitive costruite da Cairo si contano sulle dita di una mano. E come “competitive”, visti gli standard del Toro nell’ultimo quarto di secolo, intendiamo compagini in grado di arrivare a ridosso della vecchia “zona UEFA”…