Il giornalista di Sportitalia Michele Criscitiello è in inibizione a svolgere ogni attività fino al 30/04/2022. Criscitiello è stato sanzionato per frasi ingiuriose e violente, con minacce di morte dirette nei confronti della terna arbitrale.

Come noto, il conduttore è anche presidente della Folgore Caratese, squadra di Serie D.

Queste le motivazioni indicate dal giudice sportivo nel comunicato: “al termine della gara, [Michele Criscitiello] ha rivolto ripetute espressioni offensive, ingiuriose e intimidatorie all’indirizzo del Direttore di gara stazionando nell’area degli spogliatoi senza mascherina. Inoltre colpiva ripetutamente con calci e pugni la porta dello spogliatoioriservato alla Terna arbitrale, reiterando le proteste anche durante il breafing con l’osservatore che di fatto non poteva avere luogo. Successivamente, mentre la Terna cercava di abbandonare l’impianto scortata dalle Forze dell’Ordine, il medesimo insisteva nelle proteste seguendo la Terna mentre la filmava con il proprio smartphone. Infine mentre l’arbitro tentava di introdursi nell’abitacolo, chiudeva con violenza lo sportello dell’automobile colpendolo a un braccio e provocandogli una sensazione dolorifica seguitando a filmare la scena con il proprio cellulare.”