Torino

Il presidente del Toro, Urbano Cairo, è tornato a parlare nel giorno della presentazione del nuovo allenatore Davide Nicola:

“Oggi non è una bella giornata perché si è esonerato un allenatore: è sinonimo di fallimento, tutti hanno messo del loro per non farlo funzionare. Non c’è il pubblico allo stadio, ci penalizza perché ci dava grande spinta e in casa, infatti, non abbiamo ancora mai vinto”.

Giampaolo-Nicola

“Mi dispiace per lui, ero legato e mi avrebbe fatto piacere cominciare un nuovo ciclo, gli faccio un in bocca al lupo. Presentare Davide Nicola è un qualcosa di positivo, ho stima in lui, ha dimostrato di saper fare bene in panchina. Ha una grande carica ed empatia con i calciatori, è un punto a suo favore”.

E’ tutta colpa mia

“Mi assumo la responsabilita’ di quel che si e’ fatto”. Questa la premessa di Cairo: “Dal 2011 quando iniziammo l’avventura con Ventura, fino al 2020, abbiamo cambiato tre allenatori, Ventura, Mihajlovic e Mazzarri, dal febbraio del 2020 a oggi quattro allenatori: Mazzarri, ma fu lui a voler andare via, Longo che ha mantenuto la categoria, Giampaolo che e’ arrivato con tanta positivita’ e si pensava potesse iniziare un nuovo ciclo, e adesso Nicola. E’ evidente che quattro allenatori in un anno certificano un andamento negativo di cui mi assumo tutte le responsabilità’.

“Credo che si debba valutare il tutto in maniera oggettiva, senza esagerare nelle esaltazioni e nelle cose negative. Dal 2012 siamo in A, il 2020 e’ stato sicuramente un anno in cui abbiamo fatto malissimo, ma parliamo di 9 anni in cui si e’ sbagliata fortemente la scorsa stagione e anche questa che, pero’, e’ ancora in corso. Sono il primo responsabile, ma qualche merito quando le cose sono andate bene l’ho avuto”.

Il rinnovo del “Gallo” Belotti

“A breve cercheremo un punto di incontro, Vagnati ne sta parlando con il suo procuratore e presto ci vedremo anche con me”.

Video da sito ufficiale Torino Fc

Seguici anche su www.persemprenews.it