I tanti appassionati del Giro d’Italia non aspettavano altro che la salita del Passo del Mortirolo, quella salita che evoca dolci ricordi per il leggendario Marco Pantani. Una salita che può proiettare uno scalatore verso la vittoria del giro o stroncarlo definitivamente.

Così sarà il mese di gennaio per la Juventus. Il calendario è da brividi.

03/01 Udinese, 06/01 Milan, 10/01 Sassuolo, 13/01 Genoa Coppa Italia, 17/01 Inter, 20/01 Napoli Supercoppa, 24/01 Bologna, 30/01 Sampdoria.

Prima di entrare nel merito relativamente al livello delle avversarie, salta all’occhio il fatto che la squadra di Pirlo è chiamata a giocare due volte a settimana, fatto salvo l’ultimissimo periodo del mese. Tour de force comune anche al Napoli di Gattuso, che giocherà la Supercoppa contro i bianconeri il 20 gennaio. Le altre squadre dovranno comunque giocare sette partite in un mese.

La situazione dovuta a questa pandemia ha fatto sì che la Lega abbia optato per questa scelta. Dopo una decina di giorni di pausa, si torna in campo e non ci sarà un attimo di respiro. Sarà quindi come affrontare un Mortirolo senza però un’adeguata preparazione. Problema comune a tutte le squadre, ma mal comune non è mezzo gaudio. Il rischio di infortuni è altissimo e nuovi casi di covid potrebbero rompere ulteriormente le uova nel paniere. Come se non bastasse, ci si mette di mezzo l’antipaticissima Coppa Italia. Vedremo se Pirlo punterà alla competizione o metterà seconde e terze linee, proprio per arrivare riposato al match contro l’Inter e alla Supercoppa.

La cosa incredibile è che il mese di febbraio non sarà migliore. Dovrebbe esserci almeno una gara di Coppa Italia, poi ci sarà la Champions. Incombe, in più, anche il recupero del match contro il Napoli. La squadra di Pirlo ha 10 punti dal Milan e 8 dall’Inter, anche se con una gara in meno. Giocare ogni tre giorni, con due partite in più sicure rispetto alle rivali, può rendere ancora più difficile questa rimonta.

Delle sei partite di campionato, tre sono sulla carta assolutamente abbordabili e il Sassuolo presenta una fase difensiva da brividi, che può mandare a nozze CR7, ma se i bianconeri paleseranno problemi di condizione (fisiologici) nessun match sarà scontato.