Un paio di anni fa, Diego Armando Maradona ha realizzato il sogno di Ali Turganbekov, un bambino kazako che ha avuto la sfortuna di nascere senza gambe.

Il primo dei sogni di Ali era quello di avere una protesi per le gambe. Il secondo era di incontrare il suo idolo, Diego Armando Maradona. Quando allenava l’Al-Fujairah, il Diez invitò Ali all’allenamento. Il fuoriclasse argentino, purtroppo appena scomparso, si divertì con Ali e lo fece segnare in una piccola porta.

A fine allenamento, lo abbracciò e gli regalò una maglia autografata, scrivendo poi: “Ho giocato a calcio con il mio amico Ali, che è venuto a trovarmi negli Emirati Arabi, a Fujairah. Grazie per il suo esempio di resilienza, Ali”.

Ali invece dichiarò candidamente: “Quando Maradona mi ha abbracciato, mi è sembrato l’abbraccio di un nonno”.