Angelo Maietta, membro del Collegio di garanzia del Coni, intervistato da Radio Kiss Kiss Napoli: «Gli atti dell’ordinamento sportivo sono atti amministrativi e quindi sono impugnabili. Il Tar potrebbe avere una tutela risarcitoria nei confronti del ricorrente. Quindi potrebbe esserci la ripetizione come forma risarcitoria».

Per i tempi del ricorso si arriverà non oltre Natale: «Una volta presentato il ricorso e passati 15 giorni, il Collegio si pronuncerà entro 5 giorni per valutare se la Corte d’Appello ha operato in termini di legge. Gli organi di Giustizia Sportiva hanno il potere di mitigare le sanzioni, che sia sul punto di penalizzazione o sul 3-0 a tavolino ma questo dipende dagli elementi prodotti».

Di diverso parere è stato l’ex presidente della FIGC Carlo Tavecchio. Queste le sue parole a CalcioNapoli24 TV: «Le sentenze quando sono confermate è difficile spostarle: io dall’inizio ho detto su Juventus-Napoli che credevo che l’ultima istanza prevista dal protocollo fosse una disposizione dell’ASL territoriale, disposta con motivazioni. Non conoscevo altri fatti, se ce ne sono ed intervengono per portare ad azioni non rispettose del regolamento è un’altra cosa. Però non vedevo ostacoli alla ripetizione della gara, vista la disposizione dell’ASL territoriale».