scalera

Stefano Scalera sarà il nuovo direttore generale della Roma: è il primo tassello che Dan e Ryan Friedkin, inseriscono nel quadro dirigenziale.

Presenti e discreti, mai sotto i riflettori, i nuovi proprietari della Roma hanno osservato a lungo, quasi in penombra, la loro nuova creatura: l’hanno studiata a fondo, l’hanno seguita in campo e fuori, stabilendo la loro sede operativa in quel di Trigoria e non in qualche albergo extralusso al centro della Capitale, in modo da poter avere sempre il polso della situazione sotto mano.

Con l’avvicinarsi della finestra di mercato di gennaio, l’ambiente giallorosso ha consumato fiato e fiumi di parole in attesa di un direttore sportivo, figura sicuramente importante e necessaria: le quote per un arrivo a breve di un nuovo DS restano decisamente basse, ma con l’assunzione di Scalera i tycoon texani hanno dimostrato che non lo considerano una priorità assoluta.

Ecco quindi Scalera, un profilo di altissime e comprovate capacità che coniuga la sua professionalità e la sua capacità di interagire con le istituzioni ad una passione sconfinata e mai nascosta per i colori giallorossi, come dimostrano i suoi post su Instagram in occasione di grandi partite a cui aveva assistito dal vivo.

Classe 1966, laureato in Economia e Commercio con particolare attenzione alla Pubblica Amministrazione, consegue un master negli States e trova il suo primo impiego la Banca Popolare di Bergamo. Dopo soli due anni entra nel Dipartimento degli affari economici, consigliere della Presidenza del Consiglio dei Ministri con l’incarico di studio e analisi degli andamenti di finanza pubblica e della situazione congiunturale. Alternerà vari incarichi professionali, fino all’attuale ruolo di vice capo gabinetto del Ministero di Economia e Finanza.

La chiamata dei Friedkin ha smosso qualcosa all’interno dell’economista: unire il lato professionale alla passione ha fatto vacillare Scalera, che ha preso del tempo prima di accettare, cedendo infine alla tentazione di entrare nella stanza dei bottoni della sua squadra del cuore.