serie A

Il Premier Conte ha firmato il nuovo DPCM. Gravina: “Messaggio di fiducia al mondo del calcio

STADI E IMPIANTI SPORTIVI

È consentita la presenza di pubblico alle partite o alle competizioni con una percentuale massima di riempimento del 15% rispetto alla capienza totale e, comunque, non oltre il numero massimo di 1.000 spettatori all’aperto e di 200 al chiuso, fatte salve le eventuali ordinanze delle autorità territoriali già in vigore. Anche in questo caso deve essere garantita la distanza di un metro tra uno spettatore e l’altro, oltre alla misurazione della temperatura corporea all’ingresso. E, come per gli spettacoli, la soglia degli spettatori può essere modificata in base alle caratteristiche e alle dimensioni del luogo e con l’autorizzazione del ministero, della Regione o della Provincia autonoma.

SPORT

Vietato il calcetto o gli altri sport di contatto a livello amatoriale. Sono ammesse le gare “da parte di società professionistiche e a livello agonistico dalle associazioni e società dilettantistiche riconosciute dal Comitato olimpico nazionale italiano (Coni), dal Comitato italiano paralimpico (Cip), nel rispetto dei protocolli emanati dalle rispettive Federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate ed enti di promozione sportiva, idonei a prevenire o ridurre il rischio di contagio nel settore di riferimento o in settori analoghi”.

dPCM 13 ottobre 2020