Come praticamente ogni anno dal post-Ferguson, il Manchester United non convince per nulla. La campagna acquisti ha finora portato il solo Van de Beek, ma permangono tanti problemi di rosa.

Ole Gunnar Solskjaer ha iniziato la partita di ieri seduto in panchina. È rimasto lì seduto a fissare passivamente la squadra come se stesse cercando di vincere il titolo di miglior attore non protagonista in un film diretto da Noah Baumbach.

Il norvegese non è mai stato un grande allenatore, ma è stato per lo meno un partecipante attivo, che era riuscito a creare un buon ambiente di squadra. Come si dice sui social media: “niente tattiche, solo vibrazioni”. Solo che ieri non c’erano nemmeno le good vibes, come dicono gli inglesi. Lo United è stato assolutamente apatico.

L’undici di partenza ha previsto la presenza di Daniel James, calciatore più adatto ai ripiegamenti che a sfondare il velocità. Già questo era un segno preoccupante, ma ancora più preoccupante è stato il fatto che il tecnico non ha apposto correttivi. Donny van de Beek è stato messo in campo nella ripresa e ha segnato, ma il suo ingresso è stato tardivo. Il modulo offensivo e anche la scelta degli uomini ha lasciato molto a desiderare.

Solskjaer è alla guida di una macchina che dà molti grattacapi meccanici e rischia di andare fuori strada se non verranno apposti correttivi.

Gioco forza, la dirigenza dello United dovrà mettere mano al portafoglio e investire sul mercato per placare gli animi di tifosi e azionisti. Così come è stato costruito, lo United dovrà faticare molto per arrivare al quarto posto. C’è bisogno di un esterno sinistro difensivo e di un difensore di livello. Sancho sarebbe il campione che manca in avanti.

I club venditori potranno ottenere di più, vista la disperazione dello United, ma non sarà facile, vista la situazione COVID. Si rendono pertanto necessarie delle cessioni.

Woodward è stato molto lento sul mercato ed è arrivato solo un centrocampista, incredibilmente non messo in campo dall’inizio da Ferguson. I Red Devils hanno rinunciato a Reguillon perché non volevano la recompra, ma ora il Porto potrà prendere lo United per la gola per quanto riguarda Alex Telles. Il brasiliano ha tra l’altro servito un assist e segnato due rigori.

Da quando Solskjaer ha preso il timone della squadra i Glazers hanno speso 227,7 mln di sterline. Nell’era Mourinho ne avevano spesi 473,94 e in quella Moyes 316,22…

Il Siviglia ha un fatturato inferiore di circa 6 volte a quello dello United, ma aveva 4-5 calciatori che sarebbero potuti essere titolari nei Red Devils, tutti pagati relativamente poco. Pogba, Fernandes e Van de Beek sono dei top, ma negli altri ruoli le falle sono evidenti. Per disputare una Champions competitiva e poter arrivare nelle quattro senza patemi servono acquisti, ma probabilmente anche un tecnico nuovo. Tra i tanti tecnici, c’è libero Massimiliano Allegri…