sabatini cavani

A Lisbona hanno vissuto la stessa situazione vissuta al Napoli nell’estate 2018 per quanto riguarda Cavani. Gente a tracciare voli, ad aspettare fuori dall’aeroporto, a parlare di avvistamenti, etc…

La trattativa con il Napoli c’è stata, ma non è stata però divulgata. Quella con il Benfica, che sembrava dover giungere a felice conclusione, è stata raccontata da Rui Costa. L’ex fuoriclasse di Fiorentina, Milan e Benfica ha dichiarato che il club di Lisbona ha fatto il massimo, ma non poteva spingersi oltre.

Fatto sta che a settembre inoltrato, il Matador non ha ancora trovato un club. Cavani è attualmente in trattativa con Gremio e Atletico Madrid e non ha ancora sciolto le riserve.

Ma perché nessun top club lo ha finora ingaggiato? In fondo ha 33 anni, come Suarez, uno in meno di Dzeko, due in meno di CR7 e sei in meno di Ibrahimovic.

In primo luogo, Cavani chiede un ingaggio di 10 milioni di euro, più bonus alla firma, considerando che è svincolato. Per un club come il Benfica le cifre sono decisamente alte. Nel 2019/2020, stando ai dati Transfermarkt, l’uruguaiano è stato indisponibile per 22 giornate. I dati sugli infortuni sono più o meno simili a quelli di Suarez, pertanto.

Ma squadre come Inter e Juve hanno bisogno di un attaccante: perché non lo prendono? La Juve ha bisogno di un titolare. La società ha reputato che Dzeko offre maggiori garanzie fisiche e che il Matador è in decisa fase calante. L’Inter ha già i due titolari inamovibili e non offrirebbe un ingaggio di 10 milioni netti a una riserva. In più, uno come Cavani difficilmente accetterebbe di fare la riserva.

Inoltre, le slot dei vari top club mondiali sono praticamente tutte occupate. Il Bayern ha il promettentissimo Zirzkee dietro Lewandowski. Haaland è inschiodabile al centro dell’attacco del Borussia. Il City ha due centravanti top. Il Barcellona sta ringiovanendo. E così via.

In conclusione, nessun top club reputa opportuno accettare le richieste di ingaggio di Cavani, soppesando la questione età e i problemi fisici avuti nell’ultima stagione. Da qui le difficoltà del Matador di trovare una squadra. Fuori dall’Europa i progetti allettanti a livello economico non mancherebbero.