Christian Eriksen è stato il più grande colpo dell’Inter del post-triplete. Il danese è arrivato pochissimi giorni fa, cosa che sembrava impossibile solo pochi mesi fa. Eppure l’Inter ce l’ha fatta.

Abbiamo recentemente mostrato tutte le statistiche in cui è stato dominatore in Premier. Vediamo invece cosa può portare all’Inter in senso lato..

Ibra sta portando al Milan carisma e personalità, facendo aumentare la fiducia alla squadra, la quale lotta e si è scrollata di dosso certe paure. Lo svedese è un punto di riferimento, un accentratore totale. Eriksen è anche lui un punto di riferimento. Il carattere è opposto. Ibra è sfacciato, parla tanto, è ironico e tagliente e la sua presenza quasi intimidisce. Eriksen è un leader silenzioso, un ragazzo dotato di grande carisma alla Pirlo: poche parole tanti fatti.

Oltre Brozovic, l’Inter avrà un altro punto di riferimento a centrocampo, un campione che non ha paura di ricevere palla, di giocare a pochi tocchi e di combinare con le punte. Oltre a Sensi e Barella, Lukaku avrà un altro centrocampista con cui scambiarsi i palloni e al quale fare sponde per il tiro. E il coinvolgimento nei gol da parte del danese è notevolissimo.

La differenza con Ibra sta negli oltre 10 anni in meno. Lo svedese è ancora un calciatore vero, ma non è certamente l’Ibra di 4-5 anni fa. Eriksen è nel pieno della maturità e può ulteriormente crescere. Sensi è un giocatore che quest’anno è esploso, decisamente dotato tecnicamente e con buone abilità balistiche. L’ex Tottenham ha però numeri pazzeschi, ha giocato a livelli top in Premier e in Champions e può portare quella dose di ulteriore esperienza che manca al gruppo.

Basterà per poter competere per lo scudetto? Senza Eriksen la rosa sarebbe stata corta e inadeguata, con lui e gli altri colpi, molte cose cambiano, ovviamente in meglio. Aggiungere a un gruppo che funziona un campione di questo livello non può che andare a beneficio di tutti. E, a prescindere da quest’anno, un elemento come il danese può essere il faro di una grandissima Inter per i prossimi anni a venire. Non avendo ancora compiuto 28 anni,l’ex Tottenham potrà giocare altre 4-5 stagioni a livelli top…