Le opinioni su Inter-Roma sono piuttosto divergenti. Lo 0-0 è un risultato che storicamente divide i commentatori: partita perfetta o bruttissima?

Si trattava di un match tra due squadre in salute ma con varie assenze cruciali. La Roma era senza Dzeko (dall’inizio) e Kluivert, mentre l’Inter era orfana di Sensi e Barella.

Le squadre si sono annullate a vicenda, ma il pareggio è giusto. Match movimentato, non bello ma neanche così brutto. La Roma è andata a Milano senza paura, sfruttando una maggiore scelta a centrocampo in questo momento. Mkhitaryan ha mostrato una grande intelligenza tattica, Diawara onnipresente e tornato la grande promessa di qualche anno fa.

Le difese hanno disputato un grande match. Benissimo i centrali nerazzurri, mentre Smalling è stato attentissimo. Nel giusto assetto tattico l’inglese maschera i difetti ed esalta le virtù.

Interessanti e sacrosante le parole di Antonio Conte a seguito di qualche rischio di disapprovazione proveniente dagli spalti. “Anzi, se proprio devo dire qualcosina mi dispiace che da qualche settore sia arrivato un segnale di disapprovazione nei confronti di ciò che faceva la squadra. I ragazzi vanno sostenuti, anche se si sbaglia un passaggio: soltanto uniti si può fare ciò che stiamo facendo“. L’Inter ha sbagliato qualche passaggio, non è stata precisa in fase offensiva, ma non avrebbe assolutamente meritato di perdere. La Roma oggi aveva maggiore qualità a centrocampo, considerando anche le assenze di Sensi e Barella tra i nerazzurri.

La Roma ha controllato spesso il match ma, vista la grande organizzazione della difesa dell’Inter e l’assenza di Dzeko, è stato molto difficile impensierire Handanovic. La difesa nerazzurra soffre calciatori sguscianti, ma Kluivert era out e Under non è in forma. Per il resto la fase difensiva è impeccabile. Alla fine è stato un pareggio giusto e prevedibile, proprio per la tipologia di interpreti in campo. Un pareggio alla fine non negativo per entrambe. L’Inter aveva due assenze chiave a centrocampo e molti le stanno giocando tutte, la Roma invece ha portato a casa un punto in uno stadio difficilissimo, rimanendo in ottima posizione e con una trasferta durissima in meno.

Fonseca e Conte hanno preparato alla grande il match. Il portoghese ha scelto la via del possesso, ma è mancato lo spunto in attacco. Il leccese ha puntato su tenuta difensiva e guizzi delle punte, tenendo meno palla ma creando più pericoli per Mirante. Le squadre si sono annullate a vicenda, pareggio appunto giusto che, viste le condizioni, non può essere certo considerato come una mezza sconfitta per le prime due.

Ancora una volta rimarchiamo la partita di Diawara, calciatore mancato soprattutto a livello psicologico con il Napoli. Le qualità difensive e tecniche sono fuori discussione. Non è la prima volta che si esprime a livelli molto alti su certi palcoscenici. Ricordiamo difetti le grandi prestazioni esterne contro City e Real…