Emerson Palmieri era passato dalla Roma al Chelsea nel gennaio 2018. Il club inglese aveva puntato su di lui nonostante il grave infortunio che lo aveva colpito nel maggio 2017. La stagione 2016-2017 era stata strepitosa, ma quel problema fisico ne ha ritardato i progressi.

Nonostante sia stato spesso alle spalle di Alonso, Emerson è riuscito a ritagliarsi il suo spazio con Sarri, disputando 11 partite nella vittoriosa campagna in Europa League. Con Lampard è titolare fisso e gli inizi sono stati ottimi. Nel match contro il Norwich (prima vittoria dei Blues in stagione), l’italo-brasiliano ha vinto l’88,2% dei duelli, è stato il calciatore con più tocchi (99), quello che ha vinto più tackle (7) e quello che ha effettuato più cross (6), Inoltre, Emerson ha creato ben 4 occasioni.

Anche contro il Leicester i dati erano stati ottimi. Contro le Foxes Emerson ha vinto 14 duelli, il 100% dei duelli aerei, il 100% degli uno contro uno e gli sono riuscite tutte le chiusure difensive. Ciò dimostra che il ragazzo sta diventando un terzino assolutamente completo ed è completamente recuperato dal grave infortunio.

Il discorso dei 9 gol subiti dal Chelsea non inficia le sue grandi prove, in quanto vi sono stati problemi di equilibri e il match contro lo United ha visto tutto il Chelsea allo sbando.

Non stiamo chiaramente parlando di un Maldini o uno Zambrotta, ma da tempo l’Italia non aveva un terzino così. Considerando la mediocrità generale, avere questo Emerson Palmieri è un grande lusso per Mancini…