La querelle Icardi ha preso piede a inizio anno quando gli è stata tolta la fascia. Il reintegro in squadra ha rappresentato una tregua momentanea, proprio perché il rapporto era oramai incrinato. Il giocatore non è partito per la tournée essendo fuori dal progetto e considerate le sue condizioni fisiche precarie. Icardi è andato malissimo ai test atletici.

La Juventus ha avviato le trattative da tempo. Il giocatore vuole solo i bianconeri, fermo restando il pressing del Napoli. Un Napoli che, tuttavia, difficilmente potrà garantire al calciatore certi ingaggi. La società del presidente De Laurentiis ha inoltre priorità in altri ruoli. Tra l’altro non ci sono stati contatti recenti e si tratta di una pista freddissima.

Discorso diverso per la Juve, che sta attendendo il momento giusto, forte dell’accordo con il giocatore e con Wanda Nara. Non è dato sapere quando si definirà l’affare ma ci sono degli aspetti da puntualizzare.

L’Inter di certo non svenderà troppo il suo centravanti. La Juve sta sfruttando la situazione, ma Paratici è consapevole che Icardi non arriverebbe a pochi spiccioli. Dal canto suo, la società nerazzurra non ha alcuna intenzione di darlo alla Juve, ma contrattualmente non può fare la voce grossa. Il giocatore si è ammutinato da tempo e il suo contratto scade nel 2021. Pertanto, la situazione non è di facile risoluzione nell’immediato.

L’Inter sta per chiudere per Lukaku e vuole portare a casa anche Dzeko, con buona pace delle possibilità, praticamente nulle, di permanenza dell’argentino in nerazzurro.

La Juve è fiduciosa al massimo di portare a casa Icardi, fermo restando la riluttanza dell’Inter a venderlo ai bianconeri. Ribadiamo che non possiamo fornire né ipotizzare delle date, ma non siamo lontani dalla resa dei conti. Probabilmente ci sarà bisogno di qualche settimana (il calciomercato è lungo), ma la Juve ha in mano Icardi, il quale ha fatto la sua scelta.

La sensazione che abbiamo, e che corrisponde allo scenario più logico, è che alla fine Icardi sarà un calciatore della Juventus. Il prezzo dovrà essere il giusto bilanciamento tra situazione contrattuale, sì del giocatore alla Juve e volontà dell’Inter di venderlo a un prezzo che abbia una parvenza di congruità.