L’Inter ha raggiunto l’accordo con Diego Godin da parecchi mesi e l’ufficialità è arrivata il primo luglio. Il difensore uruguaiano è stato presentato in pompa magna, con un bellissimo video sul sito ufficiale della società nerazzurra.

L’aver acquistato il capitano e leader dell’Atletico Madrid è un gran colpo, ma l’affare Godin presenta naturalmente criticità. L’infortunio di oggi non deve sorprendere più di tanto. A riguardo l’Inter ha riportato il seguente comunicato su Twitter: “Esami clinici e strumentali per Diego Godin all’Istituto Humanitas di Rozzano. Per il difensore distrazione muscolare del retto anteriore della coscia sinistra. Le condizioni saranno rivalutate di settimana in settimana“.

Il centrale uruguagio ha saltato per infortunio 10 gare nell’ultima stagione con l’Atletico Madrid. Secondo i dati Transfermarkt, Godin ha avuto tre infortuni muscolari e uno alla coscia, rimanendo fermo per un totale di 60 giorni. Per un calciatore di 33 anni e mezzo, con oltre 750 partite nelle gambe tra club e nazionale, il rischio di infortuni aumenta.

Nulla che non sia stato messo in conto e, allo stesso tempo, nulla di tragico. Va detto che un profilo simile va comunque salvaguardato e non può giocare una partita ogni tre giorni. A riguardo, considerando anche che Conte sta puntando sulla difesa a tre, risulta fondamentale acquistare un altro centrale di livello. De Vrij ha avuto noie muscolari sia alla Lazio che all’Inter, a prescindere dal grave infortunio di quasi quattro anni fa. Come alternative ci sarebbero Ranocchia e Bastoni, elementi che non garantiscono affidabilità, oppure va dirottato D’Ambrosio.