Daniele Rugani era arrivato alla Juventus tra tante speranze, ma in questi anni in bianconero non è riuscito ad emergere.

Se da un lato la presenza di Bonucci e Chiellini sarebbe potuta essere fondamentale per la sua crescita, dall’altro lato vi era il rischio concreto di rimanere chiuso e faticare ad emergere. Rugani è stato poche volte titolare rispetto ai compagni. Nella stagione da poco conclusa si segnala la buona partita contro l’Ajax in Champions League, ma l’ex Empoli non è mai entrato saldamente nelle scelte di Allegri.

Adesso ha ritrovato Sarri, suo mentore e grandissimo estimatore, ma il contesto non è certo dei migliori per lui. Bonucci e Chiellini ci sono ancora, mentre sono arrivati De Ligt (centrale devastante) e un Demiral che ha lasciato tutti di stucco dopo la grande stagione al Sassuolo. Il turco sembra avere quel sacro fuoco che invece manca a Rugani.

25 anni sono pochi per un difensore, ma è da tanto tempo alla Juve, ragion per cui vanno poste due domande. Il suo procuratore ha posto in chiaro la situazione ed è forse bene che Rugani vada a giocarsi le sue chance altrove. Con Romagnoli componeva una coppia interessantissima ai tempi dell’under 21, ma nessuno dei due è esploso. Il difensore del Milan è in una fase più avanzata del proprio percorso, proprio perché gioca titolare da anni nella squadra rossonera.

Rugani avrebbe bisogno assolutamente di spazio proprio per acquisire maggior fiducia e continuità. In nazionale ci sono lui e Romagnoli dietro i due “vecchi” della Juve, ma ha bisogno di un upgrade che finora non c’è stato.

Roma e Arsenal sono alcuni dei club interessati. Con Fonseca potrebbe comporre una coppia tutta italiana con Mancini e giocherebbe in un sistema che punta sulla costruzione del gioco. Nel calcio inglese potrebbe sentirsi a suo agio, viste le qualità atletiche. E non dimentichiamo che Emery gioca spesso con la difesa a tre…