• Tempo di lettura:2Minuti

Prima uscita per la Juventus di Sarri a Singapore contro il Tottenham di Mauricio Pochettino terminata due reti a tre a favore degli inglesi. Una gara che ha mostrato le due facce della squadra di Torino. Una, vista nei primi quarantacinque minuti, molto difensiva caratteristica del gioco di Max Allegri, impronta difficile da rimuovere dopo appena undici giorni dell’era Sarri e una invece molto offensiva, vista nel secondo tempo tipica invece del tecnico toscano attuale.

I gol per la Juventus sono arrivati da Higuain e il solito, nemmeno a dirlo, Cristiano Ronaldo. Quest’ultimo, già in ottima condizione atletica è stato probabilmente il miglior giocatore della partita, accompagnato dal subentrante Higuain che segnando un gol mette in evidenza la sua grande volontà di restare alla Juventus, nonostante il mercato lo veda molto vicino alla Roma.

L’undici iniziale è risultato essere molto in difficoltà dal punto di vista atletico rispetto al Totthenam, più avanti nella preparazione pre stagionale nonostante un interessante innesto a livello di gioco, il pressing alto, che si è fatto vedere sin dai primi secondi della partita.

Tattiche poco rodate, gioco di squadra ancora agli inizi hanno comportato lo svantaggio con il gol di Erik Lamela, a dir poco infuocato nella prima frazione di partita.

Il secondo tempo mette in evidenza l’aggressività della Juventus, che dal 56esimo in quattro minuti esatti ribalta la partita. Aggressività, gioco di squadra, velocità hanno permesso ciò ed è proprio questo il gioco che Sarri vuole imprimere alla squadra.

Hanno preso parte alla partita anche alcuni dei nuovi innesti bianconeri come Demiral, De Ligt e Rabiot. Nulla da dire per il turco che ha messo in evidenza la sua forza e le sue doti difensive lottando e contenendo gli attaccanti degli Spurs. L’olandese, nonostante la pressione è riuscito in più di un occasione a salvare il risultato dimostrando ancora una volta le sue grandi capacità. Infine il gigante francese che ha dimostrato di essere un grande centrocampista con una grande visione di gioco e abilità difensive, nonostante l’ultimo errore a centrocampo in cui regala un pallone nei piedi di Harry Kane che con un tiro da metà campo punisce il polacco Szczesny segnando un gol strepitoso.

A parte la sconfitta, soprattutto nel secondo tempo, la Juventus ha regalato un’ottima prestazione e un grande calcio contro una squadra decisamente più avanti nella preparazione atletica. Segnali positivi per Sarri e per i tifosi juventini.

Mr.NoName