Il Chelsea ha fatto un passettino verso la finale andando a pareggiare in un campo difficile come la Commerzbank-Arena.

I Blues sono imbattuti da ben 16 partite di Europa League e sono riusciti a pareggiare l’iniziale vantaggio di Jovic. Pedro ha messo le cose in chiaro a fine primo tempo e nella ripresa i Blues hanno giocato meglio, soffrendo solo nel finale.

All’inizio le cose si sono messe male grazie al gol di uno Jovic che è tornato a segnare dopo quattro match di digiuno. Die Adler ha poi lasciato il campo ai Blues, che hanno avuto in Loftus-Cheek il calciatore più dominante. E pensare che il 23enne inglese era vicino a lasciare il Chelsea in prestito per un’altra stagione, nonostante abbia già diverse presenze in nazionale. Il gigante del centrocampo ha vinto 9 uno contro 11 su 11, creando occasioni, servendo l’assist per Pedro e dando il suo contributo in fase difensiva. Da quando Sarri ha rinunciato al palleggio in quella posizione, affidandosi a un altro centrocampista box-to-box come l’inglese, il Chelsea ha ripreso quota.

Sarri ha quindi la possibilità di giungere al suo primo trofeo in carriera, dopo la sfortunata lotta scudetto con la Juve e la sfortunatissima sconfitta ai rigori in EFL Cup contro il City. Il Chelsea ha quindi la possibilità di bissare il successo in Europa League del 2013, quando gli uomini di Benitez sconfissero un ottimo Benfica.

Sarri ha raggiunto quindi Klopp, arrivando a 14 partite senza sconfitte in Europa League. Le partite in cui il Chelsea è imbattuto in EL sono ben 16. Adesso dovrà affrontare il ritorno contro un avversario più che rispettabile per poi dare l’assalto al tanto agognato primo trofeo della sua carriera.

L’Eintracht è una squadra molto valida in casa, avendo vinto 8 match su 11. La cosa impressionante è che in casa i tedeschi non hanno mollato di un centimetro. In Inghilterra i Blues dovranno comunque stare molto attenti a vincere il match. 1-1 non è un risultato che dà sicurezza, ragion per cui abbiamo parlato di “passettino”. I tedeschi hanno un attacco validissimo e sono forti anche in contropiede. Sarri sa benissimo che dovrà andare per gradi e non pensare certo già alla finale. Una finale che potrebbe essere contro l’Arsenal e, come tutte le finali equilibrate, sarebbe al 50/50.

 

Vincenzo Di Maso