• Tempo di lettura:3Minuti

L’Ajax sta ufficialmente rinverdendo i fasti del passato. I nipotini del leggendario Johan Cruyff hanno espugnato anche il nuovo White Hart Lane. Questa volta non hanno inflitto una lezione di calcio per tutta la gara, bensì una prova di maturità, riuscendo anche a difendere nel migliore dei modi.

La difesa è stata perfetta. Oltre a De Ligt, che non fa più notizia, da segnalare la prova di Blind, che ha realizzato il maggior numero di chiusure, di intercettazioni e, a pari merito, di duelli aerei.

L’Ajax ha quindi mostrato un’altra faccia della sua qualità e della sua forza: la solidità difensiva. De Ligt è stato il solito leader, riuscendo a giocare altissimo, a non sbagliare anticipi e chiusure e a rimanere vicinissimo ai centrocampisti. De Ligt ha avuto una bruttissima gatta da pelare, un Llorente in stato di grazia, pimpante e una potenza nei duelli, ma è riuscito a bloccarlo alla grande. L’olandese ha perso un solo duello aereo su quattro contro il “Re Leone”!

Per quanto riguarda l’assetto tattico, in fase di possesso Ten Hag ha spesso sovvertito gli status quo. In questa occasione, De Jong ha gestito il pallone, potendo scaricare su Tagliafico o su Neres, che era venuto incontro. C’erano ben quattro giocatori al centro, tra cui Van De Beek, il quale incarna perfettamente il Calcio Totale dei Lancieri. L’autore del gol è stato importantissimo come interditore assieme a De Jong, ma sa creare grossi pericoli anche in fase offensiva, spingendosi in avanti a volontà.

I Lancieri hanno in particolare messo in grossa crisi Kieran Trippier: il terzino inglese, pur servendo ottimi palloni agli attaccanti, ha perso palla ben 28 volte. Fino a qualche anno fa, gli Spurs avevano la miglior coppia di terzini della Premier, composta da Rose e Walker. Rose non si sta confermando a certi livelli top, mentre Trippier ha grossi limiti difensivi. Tuttavia il terzino sinistro ha invece disputato un buon match contro il Lancieri, bloccando parecchi tentativi, sovrapponendosi e rendendosi protagonista di chiusure eleganti. Ed entrambi i terzini sono stati sollecitati allo stesso modo.

Il ritorno non appare comunque scontato. L’Ajax ha finora dettato legge in trasferta, mentre in casa non si è rivelata una squadra dominante. Ad Amsterdam, il Tottenham avrà nuovamente Son, elemento fortissimo in contropiede. La speranza gli Spurs è che Pochettino abbia davvero preso le misure ai Lancieri, come avvenuto nel secondo tempo. Lì si è vista, appunto, la forza difensiva dell’Ajax, ma la partita è stata molto più equilibrata. E il palo di Neres ha tenuto in gioco gli inglesi…