• Tempo di lettura:2Minuti

Tuttosport è uscito con una notizia allarmante sul Milan: senza Champions andrebbero via giocatori importanti e Bakayoko non verrebbe riscattato. La situazione è invece diversa. A prescindere o meno dall’accesso in Champions, il Milan deve attenersi alle direttive UEFA relativamente al pareggio di bilancio. L’IFAB ancora non ha promulgato la sentenza, la quale sarà fondamentale ai fini del prossimo mercato.

Come riportato a più riprese, ai fini del mercato sarà fondamentale aumentare i ricavi. È probabile che la sentenza UEFA obbligherà la società a una cessione importante, o anche due, lasciando poi maggiori possibilità di spesa da inizio luglio, chiaramente con dei paletti, visto che al 30 giugno 2020 ci saranno nuove milestone di bilancio.

Ad esempio, il Milan potrebbe cedere Suso e Cutrone, o uno dei due e non riscattare Bakayoko, per poi operare con maggiore libertà sul mercato da inizio luglio. Chiaramente l’UEFA vedrebbe di buon occhio un aumento del fatturato, grazie a sponsorizzazioni e ricavi Champions, proprio per rispettare il Fair Play Finanziario.

A livello prettamente tecnico, possiamo dire che servono giocatori in vari ruoli, tra cui probabilmente un centrale di maggior spessore, un altro terzino sinistro, due centrocampisti e due esterni. Vi saranno ovviamente punti fermi, tra cui Donnarumma, Romagnoli, Piatek o Paqueta, ma gli incedibili veri e propri sono ben pochi.

Dal primo luglio, le possibilità di spesa non saranno certo illimitate, ma il Milan potrà fare mercato. Si parla tanto di Milinkovic-Savic, affare teoricamente possibile a livello economico. Con il prestito con obbligo di riscatto e pagamento dilazionato, l’UEFA non direbbe di no all’operazione, poi subentrerebbe ovviamente la volontà della Lazio.

Leonardo non pensa a 10 cessioni e 10 acquisti, come invece riportato da alcuni organi di informazione, ma ci saranno sei acquisti tra campo e panchina, fermo restando poi eventuali operazioni marginali per completare la rosa. L’ingresso in Champions sarebbe molto importante. Il Milan potrà, inoltre, concludere operazioni di un certo tipo a partire dal primo luglio. Nel frattempo si attendono novità dall’UEFA.