• Tempo di lettura:2Minuti

La Roma rimane incredibilmente in scia al quarto posto. Quella di quest’anno sarà una delle quote Champions più basse di sempre. Visto il calo del Milan, le incertezze della Lazio e il brutto inizio di stagione dell’Atalanta, la Roma è pienamente in lotta nonostante i tanti harakiri.

Nelle ultime giornate sono arrivate molte sconfitte e la vittoria contro la Sampdoria ha spezzato questo trend negativo. Non era neanche un avversario semplice e nell’ambiente giallorosso non erano molto a credere nella vittoria. Eppure la Roma ha vinto uno dei match più importanti di questa stagione. Nel girone di ritorno i punti sono finora 21 in 12 gare, trend non bruttissimo, ma inficiato dalla crisi delle ultime gare.

Le parole di Ranieri – “Vittoria ottenuta con mentalità da squadra” – sono di buon auspicio per questo rush finale. Vincere a Genova, dove altre big hanno perso, dà una grande iniezione di fiducia e potrebbe risollevare un ambiente assolutamente depresso e bollente. L’ambiente romanista è molto uterino e si esalta o abbatte in base ai risultati. Nonostante tutto, il quarto posto è vicinissimo nonostante la stagione travagliata, la crisi delle ultime giornate e le tantissime vicissitudini.

La Sampdoria ha giocato a tratti meglio, ha tenuto più palla ma non ha trovato di fronte la piccola Roma fragile delle ultime giornate. Quagliarella e compagni hanno sbattuto contro un muro ben organizzato e assolutamente solido, con due linee vicine e attente come visto raramente nell’ultimo periodo. La Roma ha poi capitalizzato l’occasione concessa da una Samp imprecisa. Il match contro i blucerchiati potrebbe essere quindi un buon viatico per il futuro, un futuro che riserva alla Roma le sfide contro Inter e Juve come le più difficili. Per il quarto posto potrebbero essere necessari 16 punti.