• Tempo di lettura:3Minuti

Federico Chiesa è sulla cresta dell’onda da oramai due anni. L’esterno della Fiorentina, figlio d’arte, è senza dubbio uno dei migliori prodotti del calcio italiano degli ultimi 10 anni. Secondo i maligni perché il nostro calcio ha prodotto ben poco nell’ultima decade, ma c’è da dire che il ragazzo genovese ha assolutamente impressionato.

Nell’under 21 ha dimostrato di spiccare rispetto ai compagni e a non sfigurare al cospetto di avversari molto quotati, mentre anche l’impatto in nazionale è stato molto positivo.

Il Napoli, dal canto suo, avrà bisogno di un esterno di livello, vista l’età di Callejon. Federico Chiesa è il sogno di ADL, che ha cercato di acquistarlo anche in estate. La Fiorentina non ha fatto carte e se lo è tenuto ben stretto, almeno per questa stagione.

Chiesa è un elemento che crea superiorità, ha grinta, cattiveria ed è sempre nel vivo del gioco. Non ha tuttavia sviluppato ancora la capacità podalica di dialogare al meglio con i compagni, andando spesso a puntare l’avversario e tirando in porta anche da posizioni improbabili. In questo campionato ha finora segnato solo due gol, che si sommano ai sei dello scorso anno e ai tre della prima stagione in serie A con i viola. Troppo pochi per un calciatore dotato di scatto e tiro. Sterling, che ha tre anni in più, è migliorato molto a livello decisionale, diventando un esterno con numeri da seconda punta in fase realizzativa. Chiesa ha tutte le carte in regola per affermarsi anche in zona gol, ma ha bisogno del giusto contesto e del giusto allenatore. Ancelotti potrebbe fare al caso suo, ma questo miglioramento deve partire dal giocatore.

Attualmente possiamo affermare che, come naturale che sia vista la differenza di età, Chiesa non ha la maturità tattica e la capacità decisionale di Callejon. L’esterno italiano è invece più esplosivo e salta l’uomo, doti di cui l’attacco di Ancelotti avrebbe indubbiamente bisogno.

Torniamo alla questione iniziale: converrebbe al Napoli acquistare Chiesa? La Juventus ha un budget diverso e spendere 60 milioni per un giovane affermato non sarebbe un problema per i bianconeri. Il Napoli ha una certa solidità economica, ma il fatturato è di circa 250 milioni al netto delle plusvalenze. Spendere 60 milioni per Chiesa (e la richiesta della Fiorentina potrebbe essere anche maggiore) è rischioso.

Pertanto, soppesando il potenziale importante del ragazzo e i punti in cui deve migliorare, la risposta è “Ni”. Rischio che potrebbe valere la pena correre, ma non ci sono certezze sull’esito di questo possibile acquisto.