• Tempo di lettura:3Minuti

La Juve si appresta a conquistare l’ottavo titolo consecutivo in un campionato senza storia. In molti sminuiscono l’impresa, sottovalutando il livello delle rivali degli ultimi anni ma anche della Juve stessa.

Eppure le contendenti non sono scarse come dicono.

Gli scudetti della Juve pre-Calciopoli

La Juventus ha vinto lo scudetto 2004-2005 e quello 2005-2006 (entrambi cancellati) avendo come unica avversaria il Milan. Quel Milan di Ancelotti era una compagine con un undici titolare fortissimo, ma che puntava alla coppa. Questo sia per scelta del tecnico sia per caratteristiche dei calciatori. I rossoneri non erano una squadra costante e chiusero il primo dei due campionati con soli 79 punti. Il secondo dei due anni in esame fu diverso, in quanto il Milan ottenne 88 punti sul campo, configurandosi come l’unica avversaria vera della Juve.

Andando indietro di qualche anno (2002-2003), scorgiamo un altro scudetto vinto dalla Juve. I bianconeri distanziarono l’Inter di 7 punti, con i nerazzurri che ottennero 65 punti in 34 partite. Vero che la Serie A era più competitiva di quella attuale ma le rivali inciampavano spesso. Quell’Inter era un’ottima squadra ma non una corazzata di livello mondiale e la Juve riuscì a vincere senza affanni.

Nel 2001-2002 i bianconeri vinsero il campionato all’ultimo respiro. Quell’Inter non riuscì a raggiungere la finale di Coppa UEFA. Dopo un cammino favorevole (il rivale più forte era il Valencia) i nerazzurri furono eliminati dal Feyenoord in semifinale. Era la stagione del cinque maggio. La rosa era buona, aveva dei campioni, ma anche giocatori di medio livello o mediocri per essere generosi (vedi Gresko).

Sfatiamo quindi il mito delle italiane dominanti in Europa e formidabili. La Juve era un top club, chiaramente in un contesto dove vi erano meno supersquadre di quelle attuali.

Gli ultimi anni

La Juventus ha vinto uno scudetto contro il Milan di Ibra, che non era il Milan dominante in Europa di qualche anno prima, ma era campione uscente. Ci sono stati anni in cui gli avversari erano mediocri ma Napoli e Roma delle ultimissime stagioni hanno totalizzato tantissimi punti e anche in Europa, quando hanno puntato sulle coppe, hanno dato filo da torcere ai top club. La Juventus ha dovuto totalizzare 95 punti per vincere l’ultimo campionato. Novantacinque!

Campionato italiano di basso livello? Tolta l’eccezione del Milan di Ancelotti, le altre realtà non è che avessero incantato in Europa. Negli ultimi anni abbiamo recuperato posizioni nel ranking UEFA, tallonando la Premier.

Classifiche comprendendo squadre dai campionati europei top

Nelle classifiche degli ultimi cinque anni figurano anche Napoli e Roma, considerando la top 10. E non dimentichiamo che queste due compagini hanno toppato ciascuna una stagione. La Juventus nelle ultime tre stagioni ha dovuto pertanto ottenere tantissimi punti per vincere, fermo restando che, tolta l’ultima stagione, i bianconeri erano sempre in controllo.

Conclusioni

La Juve ha raggiunto due finali di Champions negli ultimi anni e in altre due occasioni ha perso per il rotto della cuffia delle partite contro altre corazzate. Il livello raggiunto è quindi altissimo. A maggior ragione adesso con l’aggiunta del pallone d’oro in carica Cristiano Ronaldo.

Il calcio italiano è pertanto in forte ripresa e la Juve non sta rivaleggiando contro il nulla. Nel corso degli anni la rosa è migliorata tanto, a tal punto da essere considerata a ragione tra le prime tre al mondo, per essere larghi.