• Tempo di lettura:2Minuti

Protagonista dell’estate scorsa, Milinkovic-Savic sembrava dover essere il colpo della vita dell’era Lotito e le sue richieste da oltre 150 mln sembravano trovare club disposti ad acquistarlo a queste cifre indecenti.

La stagione scorsa del serbo è stata importantissima, ma al Mondiale ha deluso e le offerte faraoniche di cui tanto parlava Lotito alla fine non sono arrivate, salvo una presunta proposta da 95 mln a fine agosto che per ovvie ragioni è stata rifiutata.

Il giocatore ha rinnovato il suo contratto con la Lazio e i tifosi erano ben contenti che il loro top player rimanesse un’altra stagione in biancoceleste, ma le cose sono andate in modo diverso: queste prime 14 gare stagionali disputate dal serbo sono state molto deludenti e il ragazzo sembra quasi irriconoscibile.

L’estate vissuta da Milinkovic non ha giovato al ragazzo, che sembra aver perso la serenità e la convinzione che aveva la scorsa stagione e forse sembra essere sfumata la possibilità di una cessione intorno ai 100 mln per la Lazio. Ciò non toglie che manca ancora tanto alla fine della stagione e la speranza di Inzaghi e Lotito che il giocatore nato in Spagna riesca a mettere a tacere lo scetticismo venutosi a creare.

Siamo ancora a novembre e la Lazio ha già superato il turno di Europa League ed è in pienissima bagarre per il quarto posto. La piazza e Simone Inzaghi sanno che ai fini del raggiungimento degli obiettivi il ritorno di Milinkovic-Savic ai fasti del passato potrebbe essere un fattore dirimente.